fbpx

Riflessioni

Devi dirmi a che punto sono con la disabilità, comprendi?

Antropologia e disabilità, a che punto siamo?

Disability Worlds: immaginare un’antropologia della disabilità Sette anni fa, concludendo un loro contributo per Annual Review of Anthropology, Faye Ginsburg e Rayna Rapp esprimevano tutta la loro convinzione che la disabilità fosse una categoria che aveva bisogno di un approccio antropologico, affermano infatti: They [anthropology students] recognize that disability, as a feature of their own experiences, …

Antropologia e disabilità, a che punto siamo? Leggi altro »

L’essenziale è visibile sul feed? Il “guardare” nell’era di Instagram

Ecco il mio segreto. È molto semplice: non si vede bene che col cuore. L’essenziale è invisibile agli occhi. L’essenziale è invisibile agli occhi, ripeté il Piccolo Principe per ricordarselo.  Antoine de Saint-Exupéry ci insegna che quello che conta davvero nella vita va oltre le apparenze e la superficialità. Riprendendo le sue parole (forse con …

L’essenziale è visibile sul feed? Il “guardare” nell’era di Instagram Leggi altro »

Jon Gnarr: quando il punk entra in politica (parte II)

Jon Gnarr e il Best Party: riprendo qui l’argomento lasciato in sospeso nella parte I. Questo partito non ha ovviamente vita facile, quando tenta di farsi strada nell’arena: Reykjavik ha una storia ostinatamente conservatrice. Sarà uno smacco  che i vecchi politici non digeriranno mai, in particolare quando si vedono dichiarare le intenzioni nella consona disarmante …

Jon Gnarr: quando il punk entra in politica (parte II) Leggi altro »

The Best Party: quando il punk entra in politica

Non volevamo far saltare in aria il sistema. Volevamo costruire qualcosa: qualcosa di bello, di divertente, di cool. The Best Party       Come diceva qualcuno “l’ironia è il primo passo per la rivoluzione”, e per una volta un aforisma si cala agilmente nella vita reale senza che questa paia goffa, o utopica, o …

The Best Party: quando il punk entra in politica Leggi altro »

La follia del sacro nel mondo greco: Euripide ed Eschilo

Sacro e tecnica, ragione e follia, etica e natura; terminologie diverse, accezioni simili. La grecità è stata per lunghi secoli oggetto di dibattito sull’uomo, sulla realtà a lui circostante, sulla sua capacità di tecnica e allo stesso tempo di follia. L’uomo greco è riuscito a sopravvivere fino ai giorni nostri portando con sé un bagaglio …

La follia del sacro nel mondo greco: Euripide ed Eschilo Leggi altro »

Mutonia: il villaggio degli scarti a Santarcangelo (RN)

Dappertutto dove gli abitanti scavando nella terra lunghi buchi verticali sono riusciti a tirar su dell’acqua, fin là e non oltre è estesa la città: il suo perimetro verdeggiante ripete quello delle rive buie del lago sepolto, un paesaggio invisibile condiziona quello visibile, tutto ciò che si muove al sole è spinto dall’onda che batte …

Mutonia: il villaggio degli scarti a Santarcangelo (RN) Leggi altro »

A Natale Puoi: Tregue e Regali tra Soldati nell’Inverno 1914

Partiamo da alcuni fatti, non molto conosciuti, di quel 1914 in cui l’Europa si è prostrata dinanzi ad un bagno di sangue senza precedenti. L’invenzione di nuove armi e l’utilizzo delle trincee hanno portato, durante la Prima Guerra Mondiale, a stragi tra soldati senza fine, nonché ad un posizionamento lungo i confini che ha visto …

A Natale Puoi: Tregue e Regali tra Soldati nell’Inverno 1914 Leggi altro »

Immagine tratta dal film "Love is all"

Oggi morirò?

«Apro gli occhi. La luce tenera del mattino mi accarezza il volto, un po’ uggiosa oggi. Oggi morirò? Nha, proprio io?» La nostra giornata è quotidianamente scandita dalla corsa frenetica all’autorealizzazione il che include, ovviamente, anche la corsa alla realizzazione dell’altro. L’ippocampo è perennemente in tilt, impegnato com’è ad assecondare la nostra smania di realizzazione. …

Oggi morirò? Leggi altro »

Marti Bas e Kleinman, per una nuova percezione del cancro

Marti Bas, un dinosauro contro la paura Due personalità, una malattia poliedrica   Oggigiorno parlare di malattia e di morte è forse uno dei grandi tabù (uso del termine non antropologicamente a caso) del mondo moderno. Soprattutto se si parla di cancro. Si tratta di camminare su vetri rotti a piedi nudi: è un argomento …

Marti Bas e Kleinman, per una nuova percezione del cancro Leggi altro »