fbpx

Riflessioni

Esplorare il sé: alla ricerca della spiritualità

Un articolo di Jacopo Tosi   Alla ricerca della spiritualità La psicologia positiva può darci dei suggerimenti per essere (un po’) più felici? L’evoluzione ha portato l’uomo a sviluppare una propensione per le credenze religiose e, in conseguenza di ciò, a dedicare una particolare attenzione alla sfera trascendentale. In un recente articolo ho tentato di …

Esplorare il sé: alla ricerca della spiritualità Leggi altro »

gene

Il gene egoista: analisi dell’opera di Richard Dawkins

Il gene egoista: uomo, corpi e natura in dialogo Un breve incontro nelle libere profondità dei confini fra scienza, filosofia e storia Un articolo di Andrea Fracassi   Il Gene egoista è un saggio divulgativo pubblicato nella sua prima edizione nel 1976 dall’etologo e biologo evolutivo Richard Dawkins. Noi siamo macchine da sopravvivenza, robot semoventi …

Il gene egoista: analisi dell’opera di Richard Dawkins Leggi altro »

donna

La donna albanese, il suo ruolo e le vergini giurate

Si parla spesso del ruolo della donna nei paesi mediorientali o in quelli africani, ma di recente, guardando un film del 2015 di Laura Bispuri (Vergine giurata), mi sono trovato a interrogarmi sulle condizioni femminili in Europa, in particolare in uno dei paesi candidati UE, l’Albania. Il film tratta delle vicende di una giovane donna …

La donna albanese, il suo ruolo e le vergini giurate Leggi altro »

Dark Tourism: la (non) nuova frontiera dell’intrattenimento

Dark Tourism, un’ introduzione Il Turismo è da sempre considerato la locomotiva dell’economia dell’intrattenimento e dello svago. Da un decennio circa le compagnie aeree più conosciute sgomitano per accaparrarsi la leadership con i vantaggi più esaustivi e soddisfacenti. Chi di noi non è volato a Londra, Parigi, Berlino o Barcellona con meno di 20 euro? …

Dark Tourism: la (non) nuova frontiera dell’intrattenimento Leggi altro »

Cella, Daniela Giacalone 2014

La privazione dell’agency nell’istituzione totale

Il concetto di agency Un’espressione del proprio comportamento (personalmente scelto) – antagonismo, affetto, indifferenza – è simbolo del proprio modo personale di autodeterminarsi. Erving Goffman ci illumina su quanto, all’interno di un confine solido e definito quale ad esempio le mura di un’istituzione totale, l’individuo abbia ancora diritto alla propria agency, di cui questo articolo …

La privazione dell’agency nell’istituzione totale Leggi altro »

Il terzo tempo nella cultura rugbista

Il terzo tempo nella cultura rugbista: un’analisi preliminare Nell’articolo precedente abbiamo menzionato il terzo tempo come rituale post-partita, fenomeno comunemente e genericamente inteso come banchetto al termine dell’incontro, a cui partecipano tutti i contendenti di entrambe le squadre. Possiamo rintracciare le origini di questa tradizione sportiva attraverso l’analisi di Enrico Giorgis in Il Terzo tempo, …

Il terzo tempo nella cultura rugbista Leggi altro »

Devi dirmi a che punto sono con la disabilità, comprendi?

Antropologia e disabilità, a che punto siamo?

Disability Worlds: immaginare un’antropologia della disabilità Sette anni fa, concludendo un loro contributo per Annual Review of Anthropology, Faye Ginsburg e Rayna Rapp esprimevano tutta la loro convinzione che la disabilità fosse una categoria che aveva bisogno di un approccio antropologico, affermano infatti: They [anthropology students] recognize that disability, as a feature of their own experiences, …

Antropologia e disabilità, a che punto siamo? Leggi altro »

L’essenziale è visibile sul feed? Il “guardare” nell’era di Instagram

Ecco il mio segreto. È molto semplice: non si vede bene che col cuore. L’essenziale è invisibile agli occhi. L’essenziale è invisibile agli occhi, ripeté il Piccolo Principe per ricordarselo.  Antoine de Saint-Exupéry ci insegna che quello che conta davvero nella vita va oltre le apparenze e la superficialità. Riprendendo le sue parole (forse con …

L’essenziale è visibile sul feed? Il “guardare” nell’era di Instagram Leggi altro »

Jon Gnarr: quando il punk entra in politica (parte II)

Jon Gnarr e il Best Party: riprendo qui l’argomento lasciato in sospeso nella parte I. Questo partito non ha ovviamente vita facile, quando tenta di farsi strada nell’arena: Reykjavik ha una storia ostinatamente conservatrice. Sarà uno smacco  che i vecchi politici non digeriranno mai, in particolare quando si vedono dichiarare le intenzioni nella consona disarmante …

Jon Gnarr: quando il punk entra in politica (parte II) Leggi altro »

La follia del sacro nel mondo greco: Euripide ed Eschilo

Sacro e tecnica, ragione e follia, etica e natura; terminologie diverse, accezioni simili. La grecità è stata per lunghi secoli oggetto di dibattito sull’uomo, sulla realtà a lui circostante, sulla sua capacità di tecnica e allo stesso tempo di follia. L’uomo greco è riuscito a sopravvivere fino ai giorni nostri portando con sé un bagaglio …

La follia del sacro nel mondo greco: Euripide ed Eschilo Leggi altro »

Mutonia: il villaggio degli scarti a Santarcangelo (RN)

Dappertutto dove gli abitanti scavando nella terra lunghi buchi verticali sono riusciti a tirar su dell’acqua, fin là e non oltre è estesa la città: il suo perimetro verdeggiante ripete quello delle rive buie del lago sepolto, un paesaggio invisibile condiziona quello visibile, tutto ciò che si muove al sole è spinto dall’onda che batte …

Mutonia: il villaggio degli scarti a Santarcangelo (RN) Leggi altro »

A Natale Puoi: Tregue e Regali tra Soldati nell’Inverno 1914

Partiamo da alcuni fatti, non molto conosciuti, di quel 1914 in cui l’Europa si è prostrata dinanzi ad un bagno di sangue senza precedenti. L’invenzione di nuove armi e l’utilizzo delle trincee hanno portato, durante la Prima Guerra Mondiale, a stragi tra soldati senza fine, nonché ad un posizionamento lungo i confini che ha visto …

A Natale Puoi: Tregue e Regali tra Soldati nell’Inverno 1914 Leggi altro »

Immagine tratta dal film "Love is all"

Oggi morirò?

«Apro gli occhi. La luce tenera del mattino mi accarezza il volto, un po’ uggiosa oggi. Oggi morirò? Nha, proprio io?» La nostra giornata è quotidianamente scandita dalla corsa frenetica all’autorealizzazione il che include, ovviamente, anche la corsa alla realizzazione dell’altro. L’ippocampo è perennemente in tilt, impegnato com’è ad assecondare la nostra smania di realizzazione. …

Oggi morirò? Leggi altro »

Marti Bas e Kleinman, per una nuova percezione del cancro

Marti Bas, un dinosauro contro la paura Due personalità, una malattia poliedrica   Oggigiorno parlare di malattia e di morte è forse uno dei grandi tabù (uso del termine non antropologicamente a caso) del mondo moderno. Soprattutto se si parla di cancro. Si tratta di camminare su vetri rotti a piedi nudi: è un argomento …

Marti Bas e Kleinman, per una nuova percezione del cancro Leggi altro »

Cyberpunk: la nascita di Mutoid Waste Company

Per paradossale che possa sembrare, il complesso di immagini costituito dallo stile, dalla forma, dal gioco delle apparenze, conferisce una forza singolare all’ideale comunitario in questa postmodernità nascente (Maffesoli 1996:60) La nascita di Mutoid Waste Company: il contesto storico-politico Nel Regno Unito sono gli anni della politica anti-kenesyana propensa a ritornare al liberalismo, proposta e …

Cyberpunk: la nascita di Mutoid Waste Company Leggi altro »

Costruire la Satī. Dal dibattito coloniale alla risposta femminista al caso del 1987

Cosa significa discutere di una pratica rituale e del complesso di valori e simbologie a cui risponde? Mettendo da parte gli aspetti nozionistici e storico – cronologici, la narrazione restituisce una fedele immagine della società in cui il discorso prende forma, e di come le dinamiche a essa interne cambiano nel tempo.   Le implicazioni …

Costruire la Satī. Dal dibattito coloniale alla risposta femminista al caso del 1987 Leggi altro »