fbpx

Etnomusicologia

Jeff Buckley, l’asceta della voce

Jeff Buckley – Introduzione Una Sirena nella Nebbia L’intenso fischio delle sirene antinebbia ti prendeva il collo e ti toglieva il senno […] gli enormi battelli andavano e venivano, mostri di ferro venuti da qualche abisso, navi che facevano impallidire qualunque altro spettacolo. Da bambino, magro com’ero, introverso e colpito dall’asma, quel suono era così …

Jeff Buckley, l’asceta della voce Leggi altro »

Processione San Salvatore 2019

Il folklore ieri e oggi. Rigenerazione del sentimento comunitario tra ritualità e performance nella festa di San Salvatore a Uras [Parte 2 di 2]

Gli aspetti religiosi della festa di San Salvatore a Uras si distribuiscono su tre giornate consecutive. La cerimonia comincia il lunedì di Pasquetta con la processione che segue il trasferimento della statua del Santo dalla chiesa patronale di Santa Maria Maddalena a quella di San Salvatore. La mattina del giorno seguente, una processione più intima …

Il folklore ieri e oggi. Rigenerazione del sentimento comunitario tra ritualità e performance nella festa di San Salvatore a Uras [Parte 2 di 2] Leggi altro »

Il folklore ieri e oggi. Rigenerazione del sentimento comunitario tra ritualità e performance nella festa di San Salvatore a Uras [Parte 1 di 2]

San Salvatore: folklore e dinamismo culturale Il periodo pasquale è in tutta Italia, e non solo, uno dei più rigogliosi dal punto di vista delle feste e delle occasioni cerimoniali popolari. Volte a celebrare la resurrezione di Cristo o il superamento della stagione invernale, tradizioni della religiosità cristiana e repertori profani propri di molte comunità …

Il folklore ieri e oggi. Rigenerazione del sentimento comunitario tra ritualità e performance nella festa di San Salvatore a Uras [Parte 1 di 2] Leggi altro »

Einar Selvik Vǫluspá

Nuova musica per un testo antico: il Vǫluspá di Einar Selvik

La voce di un testo sacro Lo storico delle religioni e islamologo William A. Graham afferma, inserendosi all’interno di una linea di pensiero antica di almeno un secolo, che ogni testo sacro ha vissuto, per almeno un periodo della sua “vita”, come pura espressione orale. Ciò implica una serie di considerazioni non secondarie: in primo …

Nuova musica per un testo antico: il Vǫluspá di Einar Selvik Leggi altro »

baleneria

Whaling Songs: canti di baleneria tra ‘700 e ‘800

La baleneria americana: contesto storico Durante il 1659 un gruppo di quaccheri si stabilì, a causa di attriti di carattere religioso con le comunità puritane, nella frastagliata costa del Massachusetts. Diversi territori videro la nascita di attività di carattere agricolo e artigianale, grazie all’abbondanza di risorse naturali di un New England ancora relativamente poco sfruttato. …

Whaling Songs: canti di baleneria tra ‘700 e ‘800 Leggi altro »

Il repertorio musicale rebétiko tra sub-proletariato e borghesia

«Quelli che diventano primo ministro sono sicuri di morirci […] Penso che se fossi candidato e diventassi primo ministro non farei niente per tutto il giorno, mangiando e bevendo come un matto starei seduto in Parlamento a dare ordini a tutti – avrei un grande narghilé e lo passerei a tutti.» (da un componimento rebétiko …

Il repertorio musicale rebétiko tra sub-proletariato e borghesia Leggi altro »

La democratizzazione del Corano recitato: Labīb al-Saʿīd e la prima registrazione integrale del testo sacro

La recitazione coranica è pratica che caratterizza la sfera devozionale, privata e pubblica, di qualsiasi musulmano, dal Marocco all’Indonesia. Recitare il Corano, nell’ottica di un’ottimale resa orale del testo, rispettosa delle norme del tajwid (il sistema che regola suddetta pratica), significa attualizzare la rivelazione. La trasmissione della parola di Dio da parte dell’arcangelo Gabriele a …

La democratizzazione del Corano recitato: Labīb al-Saʿīd e la prima registrazione integrale del testo sacro Leggi altro »

Dead Horse Ceremony: un momento rituale a bordo di un veliero del XIX secolo

Un particolare momento di ritualità all’interno della scandita vita a bordo dei velieri commerciali che, nel XIX secolo, solcavano le rotte atlantiche era la “dead horse ceremony”. La pratica viene talvolta indicata anche come “burying the dead horse” o ancora “worked off the dead horse”. Stan Hugill (1906-1992), marinaio e autore del fondamentale volume Shanties from …

Dead Horse Ceremony: un momento rituale a bordo di un veliero del XIX secolo Leggi altro »

La Musica nell’Evoluzione Umana

Tra tutti i comportamenti peculiari della nostra specie, la Musica è certamente uno dei più affascinanti. Molti animali emettono o producono suoni melodiosi, nei rituali di accoppiamento e in svariati altri contesti, ma solo Homo sapiens crea ed organizza i suoni articolandoli come un’inedito linguaggio. Per quanto la capacità degli uccelli lira, genus Menura, di imitare qualsivoglia …

La Musica nell’Evoluzione Umana Leggi altro »

Rivoluzione Punk: un’anarchia ordinata

Con il termine “Punk” ci si riferisce ad un movimento subculturale di stampo anarchico ispirato dall’omonima Punk Music. Nato nei sobborghi del Regno Unito, si diffuse a macchia d’olio in pochi anni apportando profondi cambiamenti, se non non a livello sociale, sicuramente nei modelli di consumo del mercato mondiale. Costituisce uno dei casi più emblematici di …

Rivoluzione Punk: un’anarchia ordinata Leggi altro »

Etnomusicologia: bibliografia per curiosi, parte II

Nella prima parte della nostra “bibliografia per curiosi” abbiamo presentato sette volumi, diversi per forma, argomento e destinazione. Lo scaffale della nostra biblioteca etnomusicologica inizia ad appesantirsi e, in barba a Frank Zappa, ne siamo fieri. Vediamo quindi di arricchirlo. Questa volta, oltre ad alcune classiche monografie di etnomusicologia, compieremo qualche incursione nei territori degli studi …

Etnomusicologia: bibliografia per curiosi, parte II Leggi altro »

Etnomusicologia: bibliografia per curiosi, parte I

Una famosa citazione solitamente attribuita a Frank Zappa, assurta a mitologema della genialità del compositore di Baltimora, recita: «to talk about music is like to dance about architecture». Geniale, sagace, perfettamente cesellata, provocatoria; tuttavia profondamente scorretta. Se non si parlasse di musica sorgerebbero non pochi problemi. Come ogni attività umana la musica necessità di impalcature …

Etnomusicologia: bibliografia per curiosi, parte I Leggi altro »

Brigan, tra Galizia e Campania: culture musicali in parallelo

Assioma centrale dello studio antropologico: le culture non sono sistemi chiusi. Nessuna cultura, sistema complesso di elementi eterogenei, lo è mai stata. Corollario: così sono anche le musiche, al plurale. Sì, perché parlarne al singolare potrebbe condurre al fastidioso impasse di credere all’esistenza di un singolo sistema di significato rivestito dalla pratica musicale, ignorando come alla …

Brigan, tra Galizia e Campania: culture musicali in parallelo Leggi altro »

Tex-Mex: come le migrazioni hanno plasmato un genere

Tex-Mex. Termine composto, a suo modo bifronte: rende conto di un complicato e storicamente problematico contatto tra culture. Il Río Bravo del Norte, implacabile idra di 3000 kilometri, che le divide. Dal 1848, con il trattato di Guadalupe Hidalgo, sipario sulla fine del conflitto messicano-statunitense, il fiume segna parte del confine tra Messico e Stati …

Tex-Mex: come le migrazioni hanno plasmato un genere Leggi altro »

brutal death metal

Indonesian Brutal Death Metal: principio di un’indagine mitopoietica

“Extreme Music for Extreme People” La proliferazione di gruppi musicali brutal death metal in Indonesia, avvenuta nell’arco degli ultimi anni, è tale da giustificare il sorgere di qualche interrogativo. Ci proponiamo (e accontentiamo) di operare qualche riflessione, anche in maniera provocatoria, su di un fenomeno di “localizzazione del globale” che non accenna a estinguersi. Per …

Indonesian Brutal Death Metal: principio di un’indagine mitopoietica Leggi altro »

Folk Revival

Il Folk Music Revival negli Stati Uniti d’America

Scoprire o riscoprire la tradizione? Il fenomeno del folk music revival, come afferma l’etnomusicologo Roberto Leydi (1928-2003), affonda le proprie radici, sebbene in profondità variabile, in tre paesi: Stati Uniti, Gran Bretagna e Italia. Negli Stati Uniti il folk revival si inserisce nel clima di rinnovamento sociale e culturale concretizzatosi in seno al New Deal …

Il Folk Music Revival negli Stati Uniti d’America Leggi altro »