fbpx

Pierpaolo Chiti

Fondatore ed attuale direttore di HomoLogos, laureato alla triennale di Antropologia, Religioni, Civiltà Orientali di Bologna. Studente in Digital Humanities presso UniGe, campus di Savona. Specializzato sulla techno-antropologia e alla business anthropology.

“Aquí vivo, aquí voto”: il primo passo per un’inclusione sociale necessaria

Un articolo di Jacopo Tosi Il 9 novembre ho preso parte insieme a qualche altro tirocinante e dipendente di AESCO Valencia (ONG spagnola impegnata in progetti di cooperazione allo sviluppo Europa-America Latina) alla giornata sopra la partecipazione democratica del collettivo migrante nella provincia dell’omonima città. In occasione di questo convegno sono stato incaricato di preparare …

“Aquí vivo, aquí voto”: il primo passo per un’inclusione sociale necessaria Leggi altro »

Professione antropologo: verità, realtà, riflessività

«L’etnografia è un genere di scrittura, un buttar giù cose sulla carta?» si chiedeva Geertz (1988). La ricerca etnografica è stata variamente criticata negli ultimi trent’anni sia dagli studiosi stessi che dai popoli indigeni. E’ poi stata combattuta a lungo una violenta controversia tra ricercatori quantitativi e qualitativi su quale metodo fotografasse la realtà in …

Professione antropologo: verità, realtà, riflessività Leggi altro »

Professione antropologo: il lavoro sul campo

Malinowski (1922), l’inventore del concetto di osservazione partecipante, notava che l’osservazione aggiunge carne e sangue al lavoro scientifico. Tuttavia l’espressione “osservazione partecipante” è in realtà un ossimoro, in cui la partecipazione, cioè il tentare di diventare un “nativo marginale” e l’esigenza di essere scientificamente oggettivo secondo i canoni del pensiero razionale occidentale, sono messi insieme …

Professione antropologo: il lavoro sul campo Leggi altro »

Logo ArteMigrante

Quando l’immigrazione è risonanza: ArteMigrante Bologna

Nel mondo contemporaneo l’ombra della parola migrazione si chiama comprensione: come conciliare sfumature culturali ed identitarie di persone provenienti da diverse realtà? Uno dei problemi più rilevanti nell’ambito delle migrazioni riguarda la paura che l’incontro con la diversità porti ad uno sgretolamento delle proprie concezioni identitarie. Risulta complesso creare dei contesti che favoriscano la condivisione …

Quando l’immigrazione è risonanza: ArteMigrante Bologna Leggi altro »

Comunismo: la fame del progresso

Il 26 dicembre 1991 cessava l’Unione delle Repubbliche Socialiste Sovietiche, ultimo atto in solitaria di uno stato acefalo e smembrato, privato di una guida e di territori dipendenti da secoli. La fine dello stato non fu “una caduta senza rumore”[1] ma nemmeno una novità inaspettata, ironicamente “il malato d’Europa”[2] era proprio quella nazione che tale …

Comunismo: la fame del progresso Leggi altro »